domenica 12 giugno 2016

Come si lavora durante un Living Your Design

Human Desing System®, la scienza della differenziazione individuale


Questo Workshop chiamato Living Your Design, ha lo scopo di risvegliare la percezione dei partecipanti su come il proprio disegno individuale, o mappa genetica, o Rave Chart sia in realtà già qualche cosa che noi agiamo nel nostro quotidiano ma non sempre in modo sano e non sempre in una modalità corretta per noi.

Il disegno per come lo vediamo è un’immagine, ma come può rappresentarci un’immagine bidimensionale? Nella vita il disegno diventa multidimensionalmente attivo, tanto quanto la nostra mente può comprendere il termine multidimensionale.

Noi ci viviamo in uno spazio di percezione mentale o sensoriale o emozionale, siamo energeticamente collegati con il tutto e con gli altri, e in questo scambio di informazioni continuo cambiamo ogni secondo. Una parte di quello che siamo è il collasso di frequenza energetica che noi definiamo come corpo. Siamo veramente complessi, perciò non c’è da stupirsi che se qualcosa si altera da qualche parte, si altera un equilibrio generale ben più grande.

Infatti il segnale dell’alterazione dell’equilibrio lo percepiamo quando sentiamo, e qualche volta non ne siamo nemmeno completamente coscienti, di non vivere la nostra vita pienamente, quando incontriamo stati interiori di amarezza, di rabbia, di disillusione o frustrazione, in generale quando incontriamo ogni forma di resistenza nel nostro procedere. In realtà questo è un segnale positivo, altrimenti saremmo morti e avremmo finito il nostro viaggio, ma significa anche che non stiamo vivendo nel nostro pieno potenziale e che stiamo adottando delle strategie di sicurezza per proteggerci dalla vita.

Con questo seminario piano piano riaffiora la consapevolezza che possiamo viverci nella nostra integrità perché ci accorgiamo di come i vari centri del disegno (i nostri motori energetici, il nostro particolare modo di consapevolizzare ciò che ci accade, le forze di pressione), sono usati in modo da limitare la nostra espressione individuale, come una cattiva abitudine che radicatasi in noi quando non potevamo opporle resistenza agisce secondo una sua logica e un’intelligenza definita.

Sollevare il velo su chi noi siamo è liberatorio, ma onestamente è anche faticoso e molte persone sono esauste dopo che hanno fatto luce sui loro luoghi bui. Ognuno però è in grado di digerire e integrare le informazioni e le prospettive nuove e di cominciare ad applicarle nella vita di tutti i giorni.

Infatti questo è un seminario soprattutto pratico. Oltre alle chiavi per la corretta interpretazione, comprensione e percezione dei nostri movimenti nella nostra vita, riceviamo anche gli strumenti per intervenire nel quotidiano e cambiare il modo in cui abbiamo sempre percepito noi stessi e, a cascata, come ci siamo relazionati con gli altri fino a quel momento.

A tutti gli effetti è una sfida lavorare in questo modo, ma quello che ne emerge è di sicuro un maggior radicamento su chi noi siamo veramente sotto tutti quegli strati di condizionamenti e credenze che caratterizzano la nostra vita.
Monica

E' possibile scaricare gratuitamente la propria Rave Chart sui siti

Nessun commento: