Events

IL CONDIZIONAMENTO COME CI CAMBIA QUANDO E' NUTRIMENTO E CHE POTENZIALE RISVEGLIA

Dal 13 AL 29 DICEMBRE, on line e a Udine

Questa sessione di approfondimento serve a sviluppare una prospettiva diversa nei confronti del condizionamento. Questo fenomeno naturale che ci coinvolge tutti ha un grande potenziale. Da un lato ci sostiene nei nostri processi vitali, dall'altra risveglia delle qualità individuali che non sappiamo di possedere.  



Quindi quando diciamo che le esperienze, gli altri, ci cambiano, è vero solo in parte. Non è che ci cambiano, bensì abbiamo accesso a qualità di noi con le quali non siamo entrati in contatto prima. Per forza di cose ci sentiamo diversi, ma in realtà ci sentiamo più integri.

Lo possiamo vedere graficamente. Se nel nostro Disegno abbiamo un centro aperto, e un'altra persona ci condiziona con il suo che è definito, naturalmente questa situazione cambia il nostro essere, lo integra, lo arricchisce e lo sostiene con questa nuova energia, o forza, o consapevolezza che sia e che entra nel nostro sistema corpo/mente.

Ma ha anche un altro importante significato, ha il potere di risvegliare parti di noi che altrimenti sono dormienti o latenti. Per cui alcune nostre caratteristiche individuali non hanno la possibilità di essere agite e brillano proprio grazie alla corretta interazione con l'altro. 

Ad esempio se nel Disegno ho il centro delle Emozioni aperto, perciò ricettivo, e vengo condizionato da chi ha il cento delle Emozioni definito, io comincerò a vibrare nella stessa frequenza di chi mi condiziona, comincerò a osservare la vita con la lente di questo potente condizionante. L'esempio più semplice è che quando l'altro è di buon umore lo saremo anche noi.

Ma se sul mio centro delle Emozioni aperte esiste una porta dormiente, questa viene risvegliata. Ad esempio se esiste una porta 36 che è la frequenza della crisi emozionale, allora grazie al condizionamento sperimenterò le emozioni che l'altro porta in sé ma percepirò anche la mia qualità individuale di portare crisi emozionale a me stessa e all'altro. Quindi chi porta la crisi non sarà l'altro, ma io..



Non è complicato come potrebbe sembrare, è semplicemente il processo dell'accorgersi di ciò che è mio da ciò che non lo è, e di come la relazione corretta con l'altro permetta allo stesso tempo un condizionamento nutriente e un risveglio di un potenziale individuale altrimenti inespresso.

Se vuoi scoprire come cambia il tuo disegno e la tua percezione e che qualità individuali si risvegliano grazie all'altro, questo approfondimento ti può aiutare a capire che cosa accade ogni volta che vi incontrate.
... 
La sessione della durata di 80 minuti circa, viene interamente registrata.  
Prerequisito: lettura individuale della propria Rave Chart. 
Per iscrizioni potete scrivere alla mail 
comarmonica@gmail.com o telefonare al 389/2868453

NoChoice, be Yourself



Monica Comar, consulente e LYD Guide

Nessun commento: