Altre letture del disegno

Che cos'è e a che cosa serve una lettura composita

Che cosa hanno in comune due persone? Qual è il luogo nella relazione dove due persone s’incontrano? Quali sono le sue fondamenta? Come riconoscere quella zona della coppia sulla quale la relazione cresce?

Se si cerca di riportate se stessi e la relazione verso i cliché che conosciamo e ci sono stati offerti finora, finisce che ci accontentiamo di quella forma di sicurezza che fa solo sopravvivere il rapporto, che a volte lo fa diventare una prigione, che uccide il sentimento, il rispetto di sé stessi o dell’altro. Se cercate tutto questo la lettura dei disegni compositi non fa al caso vostro.

Qui si tratta di permettere ai singoli individui di interagire in una modalità nuova, in realtà sarebbe la modalità naturale, ma a tutti gli effetti ci appare nuova rispetto a come noi percepiamo la relazione e noi stessi in essa. 

Tutto parte dal proprio disegno in primo luogo. La prima grande differenza e rivelazione sta nella psicologia del tipo (Manifestatore, Generatore, Proiettore, Riflettore), nella modalità con cui ogni tipo entra in connessione con l'altro e se questo rientra o meno nel suo proposito di espressione individuale.

Un aspetto fondamentale, infatti, è entrare correttamente nella relazione, ovvero scegliere sulla base di come si sono disposte le circostanze ma anche e soprattutto affidandoci alla nostra autorità interna. 

Questo dà un senso di proposito e pienezza del rapporto nel quale abbiamo in primo luogo coinvolto noi stessi e in cui abbiamo subito trasferito quella fiducia che ci ha sostenuto al momento della decisione.

Se così non fosse perché il denominatore della scelta è una qualche forma di paura o insicurezza o qualche strategia di compensazione dei centri aperti del nostro disegno, con la Lettura di Composit si può comunque ricavare una visone costruttiva della nostra esistenza in connessione con l'altro. 

È possibile identificare quali sono le dinamiche delle forze che sono in gioco, la struttura che regge, quali sono le energie a disposizione che favoriscono la crescita, la trasformazione, e quali invece sono le cose che non cambiano perché una parte della relazione è semplicemente "quello che è."

Naturalmente vale anche l’opposto. Che cosa stiamo facendo per distruggere una relazione che ha valore per il nostro percorso perché ormai abbiamo assunto un atteggiamento autolesionistico verso noi stessi e ci ostiniamo a respingere o tenere lontano qualcosa che in effetti potrebbe fare una differenza nella nostra esistenza? Magari sostenuti dalle medesime paure, insicurezze e strategie di compensazione di cui si diceva, ma rivoltate al contrario e sempre a nostro svantaggio.

La lettura considera molti aspetti, integra due disegni e assume da questa sinergia, le fondamenta, i punti critici, gli aspetti che non possono essere modificati, quelli soggetti a cambiamento e quelli non è possibile cambiare.

I Tipi nella relazione

Sommariamente e per dare un’idea sui contenuti della lettura, una prima differenziazione è legata al funzionamento del tipo (Manifestatore, Generatore, Proiettore, Riflettore), prospettiva questa che fa già un’enorme differenza nel processo di accettazione di sé stessi e dell’altro, perché di base si tratta di accettare “quello che è”, e di integrarlo.

Il tipo Manifestatore ha una naturale necessità di spazio e di grande autonomia nella coppia, che sono due elementi che possono creare distacco e motivo di litigio, invece che vicinanza..

Il tipo Generatore tende a iniziare molte cose poiché dispone di grande energia e questo il più delle volte genera frustrazione che scarica nella relazione..

Il tipo Proiettore quando è in relazione tende a una dinamica “one on one” che è funzionale al raggiungimento del successo personale, ma questa può essere considerato invalidante se non ha scelto il partner in modo corretto..

Il tipo Riflettore è spesso coinvolto in sistemi familiari numerosi o sociali ampi e complessi. La sua natura è quella di comprenderli mostrando attraverso la sua bio forma il malessere profondo del sistema se i singoli individui vi partecipano in modo passivo..

I centri

L’imperativo genetico, che è quello che mira alla riproduzione, mantenimento ed evoluzione della specie non guarda molto alle affinità spirituali o alle similitudini tra esseri umani. Al contrario, fortifica se stesso attraverso la mescolanza delle diversità, per cui se non si interviene in modo consapevole nella decisione di coinvolgersi con l’altro, si troveranno spesso disegni dove un partner possiede i centri definiti che mancano all’altro e viceversa. 

Per inciso, non che questo sia un male, ma se è un fenomeno subito passivamente e non frutto di una decisione corretta, nel medio lungo termine le interiorità dei componenti della coppia cominceranno a risentirne.

I canali e le porte

A un livello più sottile, il fenomeno meccanico dell’imperativo genetico nella scelta del partner si verifica anche con i canali e le porte.

Nel caso dei canali esistono interessanti particolarità, ossia aspetti che possono creare un collante all’inizio della relazione, i cosiddetti "elettromagnetismi", altri che sono quasi sempre fonte di conflitto se non ben compresi e integrati, tecnicamente chiamati "compromesso", altri che costituiscono una base comune di intesa e una reciproca comprensione di come può essere vissuta una determinata qualità interiore o forza vitale.

E' bene precisare che..
Quello che qui s’intende per coppia, relazione, partner non ha valenza solo ed esclusivamente sentimentale. Si intende come rapporto a due, compagno e compagna, padre e figlio, amico e amico, noi ed il vicino di casa, noi e il partner professionale e via dicendo..

Quanto dura una lettura
La lettura di composit dura mediamente tra i 90 e i 120 minuti e viene interamente registrata.

Esempio
Sintesi di Lettura di Composit tratta dal testo Partnership Analysis


Che cos'è e a che cosa serve una lettura di ciclo

Nessun commento: